chicken adobo ricetta con gallo ruspante

Le ricette di Chiara Caprettini ci portano sempre in giro per il mondo. Ecco che stavolta la foodblogger conosciuta anche come @nordfoodovestest ci regala un viaggio di gusto con il suo Chicken Adobo, preparato con il nostro gallo ruspante, allevato senza uso di antibiotici. Si parte dalle Filippine per arrivare alle Hawaii. Il risultato finale è un piatto saporito, colorato e perfetto per fare colpo sui nostri ospiti.

Chiara ci racconta così la sua ricetta:

Parto per starmene tranquillo, lontano dalla civiltà. Voglio fare dell’arte semplice“, scriveva nel 1901 Paul Gauguin,  il grande maestro impressionista, di quella che sarebbe stata un’esperienza artistica e di vita che lo avrebbe cambiato per sempre: il paradiso tropicale delle Hawaii e delle isole della Polinesia.

L’Adobo (dallo spagnolo “adobar” ovvero marinare) è un piatto tipico delle filippine, ma si ritrova anche in Sud America e nelle Hawaii. In questo caso l’Adobo hawaiiano raccoglie tutte le molteplici influenze di questa cucina variopinta e ricca di sapori e contaminazioni coreane, giapponesi, portoghesi e sudamericane.

Per questa ricetta facciamo marinare il pollo dopo averlo leggermente rosolato, ma potete anche scegliere di marinarlo da crudo. 
Il tocco speciale? Il sale rosso delle Hawaii: color terracotta dovuto all’argilla rossa di origine vulcanica, contiene 5 volte ferro in più rispetto al sale comune. 

ALOHA!!

Non ci resta quindi che metterci ai fornelli. Ecco i dettagli per la ricetta del chicken adobo con gallo ruspante.

Ingredienti

Per la marinatura

  • 1 cucchiaio di zucchero muscovado
  • 1 cucchiaio di salsa di soia (tradizionale o ridotta di sale)
  • 100 ml di birra
  • 2 spicchi d’aglio schiacciati
  • 1 scalogno a fettine
  • 1/2 cucchiaino di pasta di wasabi
  • 2 peperoncini interi
  • 1/2 cucchiaino di sale delle Hawaii
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • qb olio evo
  • 30 ml di olio di colza
  • pepe nero in grani
  • 3 cucchiai di sciroppo d’acero a fine cottura

Per il brodo

  • 2 scalogni
  • 2 foglie di alloro
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 pezzo di zenzero fresco pulito

Preparazione

  • Tostate i grani di pepe intero con l’alloro per un paio di minuti.
  • Togliete l’alloro e tenetelo da parte. Trasferite i grani in un mortaio e frantumateli finemente.
  • Pulite bene il gallo.
  • In una pentola trasferite la testa e le zampe private delle unghie. Aggiungete il sedano a fettine, la carota e gli scalogni a pezzi, l’alloro e lo zenzero fresco, coprite con acqua e cuocete a fiamma bassa per almeno due ore.
  • Passata un’ora, occupatevi del resto della preparazione.
  • In un tegame scaldate qualche cucchiaio di olio evo con l’olio di colza. Aggiungete il resto del gallo ridotto in pezzi e rosolate per una decina di minuti.
  • Trasferite la carne su un piatto e aggiungete al tegame gli ingredienti della marinatura e due mestoli di brodo. Cuocete per due minuti, poi unite i pezzi di gallo e le foglie di alloro tenute da parte e fate riposare per un’ora.
  • Cuocete il gallo per circa 45 minuti, aggiungendo mano mano del brodo.
  • Una volta che la carne è quasi pronta, aggiungete lo sciroppo d’acero e cuocete per ancora cinque minuti.
  • Servite il gallo con una ciotola di riso e decorate con peperoncino fresco o fiori eduli.

Voglia di scoprire di più su questa carne? Tra le pagine del nostro blog Terre di Romagna trovi una guida su come cucinare il gallo. Qui invece altre ricette deliziose con questa carne.

0/5 (0 Reviews)